Perché ho deciso d’insegnare a leggere i Tarocchi

Immagine

Ho deciso di insegnare a leggere i Tarocchi per gratitudine e devozione verso un mezzo divinatorio stupendo e potente in grado davvero di migliorare la qualità della vita di ciascuno e condurlo per mano verso la piena consapevolezza e conoscenza di se.

Per 19 anni ho letto le carte gratuitamente a chiunque me le chiedesse, non solo amici e conoscenti ma anche perfetti estranei. Essere un cartomante è essere un sacerdote d’Amore e sempre giungerà alla tua porta chi ha bisogno del tuo ufficio, anche se pratichi la cartomanzia in maniera discreta, anonima e gratuita. Durante questi 19 anni, dunque, ho letto le carte per gente preoccupata da questioni d’affari, amorose o addirittura di salute. Ho interrogato l’Oracolo con le domande più bizzarre ma per quanto fossero diversi tra loro i miei consultanti e per quanto  varia potesse essere la gamma delle domande erano tutte accomunate da una necessità di fondo, una sorta di fame che divora ciascuno di noi: essere felici. Continua a leggere “Perché ho deciso d’insegnare a leggere i Tarocchi”

Note biografiche

mioProfiloSono nata il 15 Ottobre 1979 a Brindisi.
Sono una Bilancia ascendente Capricorno.
Vivo in Brianza, dove svolgo la mia attività di admin di Cronache Esoteriche, sito che ho fondato con il mio “consorte”, il Marchese di Carabà, si, proprio lui, il figlio del mugnaio che ha ereditato il Gatto con gli stivali.
Il mio percorso esoterico non ha un vero e proprio inizio, come per molti, inizia con il mio primo giorno di vita, e con il Sole in IX Casa che ha deciso per me molte cose. Tuttavia, un momento fondamentale su questa strada è stato, sicuramente, l’incontro con i Tarocchi, avvenuto a 13 anni: si è trattato di un vero e proprio “incontro sulla Via di Damasco”, con tanto di mistero e tutto il resto, ma non è questa la sede per narrare l’intera storia, magari un giorno, vi racconto la storia per intero, in un post a parte.
In ogni caso, come per Paolo da quel giorno la mia vita è radicalmente cambiata e il tema principale della mia è stata la ricerca di una verità che fosse dietro l’apparenza delle cose. Questo mi ha gradualmente portata ad allontanarmi dai sentieri religiosi “già battuti”, fino a giungere ad un mio personale percorso esoterico che seguo ancor oggi e che aleggerà fra le pagine del blog.

Non ama le definizioni, specie se riguardano me stessa ma si sa, a volte sono proprio indispensabili, così, quando è proprio necessario, mi si può chiamare, esoterista, se mai questa è una definizione. A dire il vero, una definizione c’è: sono una cartomante, nel senso più nobile del termine, anzi, nel senso che gli è proprio.

La Cartomanzia è una fra le più nobili Arti Esoteriche, essa è raffinata e interdisciplinare e bisogna non solo sentirsi onorati di far parte dei suoi “artisti” ma sforzarsi di esserne sempre degni.

Se la mia entrata nel mondo esoterico è avvenuta in giovane età il mio “Debutto” è stato certamente più maturo, quando nel 2010 è giunto per il Marchese di Carabà e per me il giorno più brutto e più bello che abbiamo mai vissuto.

Il 21 Dicembre 2009, mentre io ero ormai disoccupata in cerca d’impiego da quasi un anno al Marchese di Carabà fu annunciato che dal 31 Gennaio 2010 l’azienda informatica per la quale lavorava come programmatore non aveva più bisogno dei suoi servigi, in poche parole lo licenziavano per il Natale.

Entrambi disoccupati pensammo che la cosa migliore fosse crearci un lavoro e così creammo Cronache Esoteriche, sito di Cultura Esoterica e e-shop per esperti e operatori del settore.

Dal 2012 ho deciso di diffondere la conoscenza della Divina Arte della Cartomanzia, sopratutto per motivi di devozione e gratitudine organizzando corsi, seminari, workshop conferenze e anche questo blog.

+

Chaos del Tri per Uno

Chaos del Tri peruno
Amor, sotto ‘l cui impero molte imprese
van senza tempo sciolte da fortuna,
vide morte su ‘l carro orrenda e bruna
volger fra quanta gente al mondo prese.
Per qual giustizia, disse, a te si rese
né papa mai, né papessa alcuna?
Risponde: chi col sol fece la luna
tolse contra mie forze lor difese.
Sciocco, qual sei, quel foco, disse Amore,
ch’or angiol or demonio appare, come
temprar sannosi altrui sotto mia stella.
Tu imperatrice ai corpi sei, ma un cuore
benché sospendi, non uccidi, e nome
sol d’alta fama tieni bagatella.
Teofilo Folengo.
Immagine
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: