taranta

Qui a scuola, ormai lo sapete, ogni dì ripensiamo al XVIII Arcano, la Luna. E una luna ha suonato per me. Quando la musica della Taranta suona per te non finisce subito. Quella musica ti s’insinua sotto pelle, galoppa nelle tue vene, ti batte le tempie e così capita che mentre asciughi le mani per andare a pranzare: BUM riappare il tamburo e vedi che è una luna, e che la Luna è lo specchio, e che lo specchio è quello di Athena.

Non ho molte cose da dire, le parole oggi sono superflue, voglio lasciare che sonagli continuino a strisciarmi nelle orecchie mentre qualcosa mi preme alla gola e gioia e malinconia, si contendono il mio cuore.

Nec spe, nec metu
Bimbasperduta

2 Comments

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.