Oggi è giorno di poesie, la divinazione è nell’aria, sospesa nel non tempo.

stratodda

La strata s’arravogghia comu
nu serpenti ‘rrustutu ti lu soli.
Lu cielu chiaru senza na nuvola
uarda alla terra muta e all’aulì
ca ranfunu l’aria e li parieteddi.

Nu cantu accussì iertu ca
pari ca scascia li cannaliri,
strazza lu cielu e parla cu
lu tienpu ti osci, ma veni
ti nu passatu ca mancu
canuscimu e veti li cosi ti
crai ca mancu ni putimu
immaginari.
Cu lu chiantu e cu la risa
mi conta ti me, ti vui
e li fili nuesci.

Bimbasperduta 1998 – Francavilla Fontana

Traduzione
La strada si attorciglia come
un serpente arrostito dal sole.
Il cielo limpido senza una nuvola
guarda alla terra muta e agli ulivi
che graffiano l’aria e i muretti.

Un canto così acuto che
sembra rompere le corde volcali,
straccia il cielo e parla con
il tempo di oggi, ma proviene
da un passato che nemmeno
conosciamo e vede le cose di
domani che neanche possiamo
immaginare.
Con il pianto e con il riso
mi racconta di me, di voi
e dei nostri figli.

Nec Spe, nec metu
Bimbasperduta

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: