La sfera di Lady Belssington

L’osservazione dei cristalli era una forma di divinazione molto apprezzata nel XIX secolo. Un’edizione del 1853 dell’Eclectic Magazine descrive la Cristal Gazing (letteralmente guardare nel cristallo), o Cristallomanzia, come “l’arte di divinare con figure che appaiono sulla superficie di una sfera di cristallo. “Una delle sfere di cristallo più famose dell’epoca apparteneva a Marguerite Gardiner, Contessa di Blessington. In realtà la sfera diventerà famosa solo dopo la morte della contessa, quando a scrutarla saranno, come scrisse Elisabeth Barrett Browning, “altri guardando più in profondità, o con occhi più puri”.

Maguerite,_Countess_of_Blessington

Marguerite Blessington ritratta da Sir Thomas Lawrence nel 1822

Margaret diventa Marguerite
La storia di Marguerite Power Farmer GardinerContessa di Blessington è degna dei più appassionanti romanzi di epoca vittoriana e non solo. La nostra Marguerite, infatti, nasce come Margaret, figlia di un piccolo proprietario terriero irlandese, Edmund Power, un uomo dal pessimo carattere ridotto in povertà. A soli quattordici anni, Margaret sposa Maurice St. Leger Farmer, cadendo dalla padella alla brace. L’ufficiale inglese, infatti, è un alcolizzato senza speranza riesce solo a ridurre entrambi in miseria. Risoluta e battagliera, Margaret abbandona il marito prima che questi venga incarcerato per debiti e muoia in carcere lasciandola finalmente vedova e libera di ricostruirsi una vita nell’Hampshire dove si è trasferita e dove ha occasione di conoscere Charles John Gardiner, conte di Blessington del quale si innamorerà riamata e che sposerà appena quattro mesi dopo essere rimasta vedova, il 16 febbraio 1818.

Da questo momento la vita sembra finalmente sorridere a Margaret che cambia il suo nome in Marguerite e insieme a suo marito inizia un lungo vagabondaggio in Europa, la prima tappa è Avignone, nel 1822, proseguendo poi per l’Italia, dove avrà occasione di conoscere Lord Byron, in visita a Genova, con il quale intreccerà una profonda amicizia. Dopo aver visitato anche Firenze e Napoli la coppia si sposterà a Parigi città in cui Marguerite tornerà vedova, nel 1829.

Viaggiatrice e scrittrice

Journal_of_conversation_with_Lord_Byron.tif

Ritratto di Lady Blessington, Journal of conversation with Lord Byron, 1859.

Tornata in Inghilterra Marguerite si dedicherà a scrivere libri,  viaggiare in compagnia del conte generale bonapartista d’Orsay, con il quale ebbe una lunga relazione. In realtà, secondo molte fonti, quella tra Marguerite e il conte d’Orsay sarà solo una solida amicizia e sebbene vivessero sotto lo stesso tetto i due non divisero mai il letto.

In effetti Marguerite non rinuncerà mai alla sua libertà e indipendenza. Viaggiatrice instancabile sarà anche una delle più grandi scrittrici irlandesi. I suoi libri parlano per lo più dei suoi viaggi e delle impressioni che ne trarrà. Donna colta e raffinata farà della sua casa un centro di incontro culturale per artisti, scienziati e letterati.

La sfera magica
Come ho avuto modo di scrivere altrove, durante l’epoca vittoriana l’esoterismo e la magia erano spesso vissuti nei salotti aristocratici e dell’alta borghesia come una curiosità, un intrattenimento intrigante e anche un’arte. Il salotto di Lady Blessinghton non faceva certo eccezione, così, uno dei suoi aneddoti di viaggio riguarderà proprio la divinazione e la magia. Lady Blessighton narrò ad alcune amiche di avere acquistato da un mago egizio una sfera di cristallo durante uno dei suoi viaggi. Secondo le parole del mago si trattava di una sfera magica nella quale era possibile vedere il futuro ma né la contessa, né le sue amiche o i sui illustri ospiti riuscirono mai a vedervi nulla. La sfera restò tra i molti oggetti esotici con cui Lady Blessighton adornò la sua casa e presto, le necessità economiche fecero sì che venisse dimenticata.

Beatrice-Offor-The-Crystal-Gazer

The Crystal-Gazer di Beatrice Offor -1864 – 1920

Il triste epilogo

La vita di Marguerite fin qui può sembrare una favola ma il suo epilogo la avvicina di più alle eroine di stampo vittoriano. Il conte d’Orsay si rivelerà incauto quanto il primo marito Farmer e nel 1849 abbandonerà Gore House per sfuggire ai creditori. Anche le finanze di Marguerite non sono delle migliori. I continui viaggi e la vita dispendiosa hanno prosciugato tutte le sue ricchezze così anche Lady Blessinghton fu costretta ad abbandonare l’Inghilterra riparando a Parigi, dove morì a causa di anomalia cardiaca il 4 giugno 1849.

Alla sua morte tutti i suoi beni mobili e immobili furono venduti all’asta per saldare i suoi debiti, tra questi vi era anche la sua preziosa sfera di cristallo.

La sfera e la bambina
Come l’Unico Anello anche la sfera sembra dotata di volontà propria o quantomeno legata ad un destino più grande che la porta nelle mani di un mercante ebreo che la venderà, poco dopo, al tenente H., un vedovo che donerà la sfera alla sua bimba perché ci giochi ma pochi giorni dopo accadrà qualcosa che porterà la sfera all’attenzione dell’opinione pubblica. Mentre gioca con la sfera, la bambina vedrà al suo interno una figura di donna che scoprirà essere la madre defunta. La piccola continuerà a vedere la madre nella sfera anche nei giorni seguenti tanto che il padre, notevolmente a disagio, porterà l’oggetto all’arcidiacono R. che dopo aver condotto un esperimento simile con la sua nipotina dichiarerà che la sfera è un’opera del diavolo e consiglierà al tenente H. di sbarazzersene.

57_7ca9039e-6eaa-4bf9-87fe-11fcacbe4b91_1024x1024@2x

The Grammar of Astrology di Zadkiel (Richard James Morrison) prima ed. del 1833

La sfera sotto processo
Perciò la sfera tornò ad essere messa in vendita e tra il 1851 e il 1852 sarà acquistata da Richard James Morrison, un astrologo inglese, comunemente noto con il suo pseudonimo Zadkiel e famoso per l’opera The Herald of Astrology (L’Annuncio o l’Eraldo dell’Astrologia) noto come Almanacco di Zadkiel e ancora oggi venduto perfino su Amazon, ma ovviamente in inglese.

Nonostante la grande fama che Zadkiel acquistò all’epoca, molto probabilmente non avremmo saputo più nulla della sfera se nel 1863 non avesse dovuto denunciare per diffamazione l’ammiraglio Sir Edward Belcher il quale scrisse nel Daily Telegraph che Morrison era “era la stessa persona che nel 1852 aveva gabbato molti dei nobili esibendo un globo di cristallo, nel quale faceva finta che varie persone vedessero visioni e tenessero converse con gli spiriti degli Apostoli, persino il nostro Salvatore con gli angeli della luce e delle tenebre e potrebbe dire cosa stava succedendo in qualsiasi parte del mondo.”

Durante il processo, fu esposta la ormai famigerata sfera e venne fuori che diversi nobili e signori, e donne di altissima distinzione, avevano fatto domanda al tenente Morrison per il privilegio di vedere un certo globo di cristallo, per mezzo del quale sono state prodotte le meraviglie più sbalorditive. Così, sebbene la stampa e anche molti notabili e intellettuali dell’epoca considerassero assurdo che tanta gente fosse disposta a spendere del denaro tanto per l’almanacco di Morrison quanto per guardare una palla di vetro, il tribunale fu costretto a dargli formalmente ragione, ma gli assegnò venti miseri scellini come risarcimento.

Il destino della sfera
Da allora della Sfera appartenuta a Lady Belssington non si seppe più nulla, chissà se giace in qualche negozio d’antiquariato inglese, creduta un innocuo fermacarte, in attesa che nuovamente sguardi puri possano scrutare nelle sue profondità.

+

La Sibilla dei Salotti

I Tarocchi di Ercole I D’Este

Indovina il Tarocco e i Tarocchi Dorati del Rinascimento
dettaglio3Lunedì scorso (23 marzo 2020) ho lanciato un piccolo gioco a quiz, Indovina il Tarocco, per il quale, ogni settimana pubblico il dettaglio di un tarocco estratto a caso da un mazzo. I concorrenti devono indovinare di quale carta si tratta e da quale mazzo proviene. Il dettaglio pubblicato in quella prima settimana apparteneva al Bagatto dei Tarocchi dorati del Rinascimento, ideati da Giordano Berti e pubblicati da Lo Scarabeo nel 2003. Si tratta di un mazzo davvero molto bello, risultato da uno studio profondo e ispirato principalmente ai Tarocchi Estensi, conosciuti erroneamente come Tarocchi di Carlo VI e conservati a Parigi, presso la Biblioteca Nazionale. Purtroppo, il mazzo è, come spesso accade, di sole 17 carte (Il Matto, L’Imperatore, Il Papa, Gli Amanti, Il Carro, L’Eremita, L’Appeso, La Torre, La Luna e Il Sole), per la realizzazione delle restanti carte Giordano Berti ha dovuto ispirarsi agli affreschi della Sala dei Mesi di Palazzo Schifanoia e, naturalmente, anche ai Tarocchi di Ercole I D’Este ed ecco perché il nostro Bagatto ci porta, dritti dritti allo studio di questo misterioso e singolare mazzo. Continua a leggere “I Tarocchi di Ercole I D’Este”

+

I Luoghi dei Tarocchi: Modena e il Museo Estense

Carissime amiche e amici, nell’Italia al tempo del covid-19 anche i nostri tour alla scoperta dei luoghi dei Tarocchi si fanno virtuali per rispettare le norme di sicurezza e soddisfare, allo stesso tempo lo spirito ermetico in ciascuno di noi. Ho così pensato di creare un viaggio virtuale alla scoperta di un famoso mazzo storico di Tarocchi, i Tarocchi del Mantegna e, come sempre, dei luoghi che ne custodiscono il segreto.

ruaFratiCopertinaIl mio viaggio comincia, in realtà da un romanzo che ho letto la scorsa estate I Delitti della Rua Frati, di Valeria Menozzi, e che in questi giorni ho riletto per il piacere di fare un viaggio immaginario tra le vie e i palazzi di Modena, respirando l’aria magica, raffinata, surreale che la corte d’Este ha impresso nella città. L’intero giallo si dipana a partire da un misterioso mazzo di Tarocchi appartenuti alla famiglia d’Este.

Da un mazzo immaginario al mazzo reale

In realtà questo mazzo è una pura invenzione letteraria ma, come ogni romanzo horror noir (il titolo è un chiaro omaggio ai Delitti della Rue Morgue di Poe) nasconde un fondo di verità, infatti i duchi d’Este sono stati appassionati giocatori di Tarocchi e hanno commissionato diversi mazzi di carte, delle quali le più famose sono certo i Tarocchi di Ercole I d’Este, conservati a New Haven, presso la Cary Collection of Playing Cards. The Beinecke Library dell’università di Yale. Esiste, poi, un altro mazzo legato in qualche modo alla famiglia d’Este, i cosiddetti Tarocchi del Mantegna. Ho pensato di creare una sorta di pellegrinaggio virtuale nelle città e nei luoghi che possono parlarci di questo straordinario mazzo di carte nella speranza di poterli poi visitare anche fisicamente alla fine di questa pandemia. Continua a leggere “I Luoghi dei Tarocchi: Modena e il Museo Estense”

+

Indovina il Taroccho, il grande concorso di I Tarocchi di Bimbasperduta

90529676_1461923310634190_2561063847276314624_o (1)Amiche e amici, voglio contribuire anche io a rendere meno tediosa questa quarantena, per farlo ho ideato un appassionante gioco a premi dedicato ai follower di Instagram che ogni settimana vi farà vincere un seminario della Scuola di divinazione ancestrale. Per rendere più facile seguire il quiz ho creato anche un ashtag: #indovinailtarocco.

Il concorso è iniziato oggi, lunedì 23 marzo 2020 e durerà fino a che io e i follower ne avremo voglia e lo troveremo divertente, naturalmente avviserò tutti della sua chiusura con 7 giorni di anticipo. Ogni giorno farò una diretta alle ore 18:00, durante la quale Ecco il regolamento nei minimi dettagli Continua a leggere “Indovina il Taroccho, il grande concorso di I Tarocchi di Bimbasperduta”

+

Divinazione in pillole

Divinazione in pillole è la nuova rubrica del canale youtube, si rivolge a tutti gli appassionati e gli studiosi di divinazione che cercano una guida e un confronto durante il loro percorso di studio e di ricerca. La rubrica si occuperà di tutti i tipi di divinazione, dalla Cartomanzia alla Radiestesia, dalla Geomanzia alla Tasseomanzia. In ogni video risponderò ad una domanda sulle tecniche divinatorie, illustrandone l’esecuzione corretta o chiarendo dubbi e incertezze. I video della rubrica saranno pubblicati ogni primo e ogni terzo lunedì del mese, alle ore 20:30. Per inviarmi le vostre domande potete scrivere al mio indirizzo e-mail fenice_52@libero.it oppure mandare un messaggio privato alla pagina facebook “I Tarocchi di Bimbasperduta”.

In questa pagina, ogni mese, inserirò il link dell’ultimo articolo, con una breve introduzione.

Puntata 01: Tasseomanzia, piattino e i lati della tazzina. Continua a leggere “Divinazione in pillole”

Intervista a Roberto La Paglia

 

Chi mi conosce sa che mi percepisco come una strana creatura piena di contraddizioni, ad esempio amo tantissimo le cose antiche e non solo gli oggetti e i libri antichi o vintage, amo proprio le atmosfere del passato, i romanzi storici e fantasy. Amo le atmosfere retrò a tal punto da aver scelto di dedicarmi allo studio, la pratica e l’insegnamento della divinazione vittoriana, ma i servizi da tè in stile Jane Austen non sono le uniche cose che mi emozionano. Allo stesso modo mi emoziono davanti alle nuove tecnologie, come molti di voi ho vissuto in un mondo in cui si usava la cabina telefonica per fare un interurbana e ci si scambiavano gli indirizzi alla fine delle vacanze per scriversi delle lettere. Oggi faccio lezione on-line a gente che vive in Inghilterra o in Cile, comodamente seduta nel salotto di casa mia. Anche se è piuttosto fuori moda sono molto grata alla moderna tecnologia, a internet, gli devo moltissimo, non ultima l’emozione di intervistare uno dei miei autori preferiti, Roberto La Paglia, giornalista, scrittore, divulgatore di temi legati alla cultura esoterica e di forntiera, e, infine anche Youtuber. Continua a leggere “Intervista a Roberto La Paglia”

+

La magia Rinascimentale

heinrich-cornelius-agrippa-von-nettesheimCome v’hanno tre sorta di mondi, l’Elementale, il Celeste e l’Intellettuale, e come ogni cosa inferiore è governata dalla sua superiore e ne riceve le influenze, in modo che l’Archetipo stesso e Operatore sovrano ci comunica le virtù della sua onnipotenza a mezzo degli angeli, dei cieli, delle stelle, degli elementi, degli animali, delle piante, dei metalli e delle pietre, cose tutte create per essere da noi usate; così, non senza fondamento, i Magi credono che noi possiamo agevolmente risalire gli stessi gradini, penetrare successivamente in ciascuno di tali mondi e giungere sino al mondo archetipo animatore, causa prima da cui dipendono e procedono tutte le cose, e godere non solo delle virtù possedute dalle cose più nobili, ma conquistarne nuove più efficaci. Continua a leggere “La magia Rinascimentale”

Moina Mathers, la grande sacerdotessa e madre della Golden Dawn

Ormai avrete capito che ho una passione per le biografie, adoro leggere le vite dei grandi uomini e delle grandi donne per trarne ispirazione, anche quando queste sono imperfette, a volte addirittura politicamente scorrette o tristi. Le persone hanno lasciato un’impronta più grande delle altre hanno sempre qualcosa da insegnarci e non solo con i loro pregi, ma anche, anzi forse di più, con i loro tragici difetti e i loro vuoti.

Oggi, nel giorno della sua nascita, voglio parlarvi di Moina o Mina Bergson, prima iniziata della Golden Dawn, soprannominata la sacerdotessa veggente a causa delle sue spiccate doti. L’articolo che vi propongo non è scritto da me ma è la traduzione di un articolo in inglese tratto dal sito NETTLE’S GARDEN – THE OLD CRAFT, l’ho scelto perché offre un’immagine diversa di questa grande donna rispetto alle sue biografie che si trovano in rete e ci offre, invece, il suo ritratto di donna e gran sacerdotessa, la sua grande eredità spirituale e, non ultimo, il suo grande dolore. Continua a leggere “Moina Mathers, la grande sacerdotessa e madre della Golden Dawn”

+

Vediamoci a Mistica, festival dei Mondi esoterici

In pochi lo sanno ma Milano è una città dominata dalla Luna e come tale è una città magica ben più di quanto si immagini, la città ideale per ospitare la prima edizione di Mistica, il festival dei mondi esoterici. Il Primo di una serie di Eventi a tema Esoterico che toccherà più città in Italia e che ha lo scopo di far incontrare e conoscere al grande pubblico le nuove realtà spirituali ed esoteriche come Neopaganesimo, Wicca, Druidismo, Sciamanesimo, Antica Religione, ma anche Reiki, Spiritismo, Terapie Olistiche, Divinazione, Cartomanzia e quindi potevo mai mancare? Certo che no, sarò anzi così impegnata che temo non riuscirò a visitare i molti stand del festival e a partecipare ai concerti e agli altri eventi in programma a meno che non acquisti un’autentica giratempo al Potteraduno! Ma quando e dove mi troverete?

Dunque, Mistica si svolgerà sabato 22 e domenica 23 febbraio, presso lo Spazio Mil in via Luigi Granelli, 1 a Sesto San Giovanni (MI). Come già detto vi aspettano concerti, più di 50 standisti con oggettistica e articoli esoterici di tutti i tipi, stand gastronomici e poi io, con due conferenze, la presentazione dell’Agenda della Mela e un seminario di idromanzia. Ecco gli orari nel dettaglio. Continua a leggere “Vediamoci a Mistica, festival dei Mondi esoterici”

Lin, il tempo dell’Avvicinamento

Oggi l’I-ching è conosciuto soprattutto come libro di sentenze e di sapienza, al massimo, si è disposti a considerarlo un libro oracolare, ben pochi sanno, però, che anticamente esso era usato anche in magia. Purtroppo, già all’epoca di Confucio cioè tra il 551 e il 479 a. C. si iniziò una revisione del libro che prevedeva l’epurazione di tutte le formule e credenze magiche legate al libro e ritenute dal filosofo cinese mera superstizione. Oggi, è quasi impossibile rintracciare quale fosse l’uso magico che veniva fatto del Libro dei mutamenti o almeno io non ci sono ancora riuscita (se per caso vi imbattete in un testo che ne parla, segnalatemelo), nel frattempo, però, ho sperimentato piccoli e semplici incantesimi con gli esagrammi, ve ne presento uno con il quale creare un bel talismano. Continua a leggere “Lin, il tempo dell’Avvicinamento”

+

Letture divinatorie dell’I-ching

Letture divinatorie dell’I-ching a cura di Irene Angelini (Bimbasperduta)

Domenica 16 febbraio 2020, ore 14:30
Libreria L’Alchimista 
via G.Rosa 30 Bergamo
TEL: 0350330409
email: info@magicouniverso.it

Domenica 16 febbraio, alla Libreria l’Alchimista, vieni a scoprire l’oracolo dell’I-Ching, l’antico libro dei mutamenti cinese!
Dalle 14:30 alle 19:00, condurrò delle sedute divinatorie individuali utilizzando l’I-Ching, i consulti saranno arricchiti dai consigli pratici del Feng Shui per portare nella propria vita l’energia sottile necessaria al raggiungimento dei propri obiettivi.

Offerta: solo per i partecipanti al seminario: La Sibilla dei salotti, è previsto uno sconto di 5 euro sul costo del consulto e la possibilità di partecipare al Convivio degli indovini;
Continua a leggere “Letture divinatorie dell’I-ching”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: